Seleziona una pagina

Palazzo delle Arti di Napoli (PAN), Via dei Mille n.60, Napoli

dal 24 novembre 2016
al 10 dicembre 2016

Mostra collettiva d’arte “The Change”: Opere, Immaginazione, Consapevolezza.

La vita è sinonimo costante di cambiamento. La cultura, intesa come visione del mondo, non si riproduce mai uguale a sé stessa. 
Il processo di crescita nasce dalla continua trasformazione culturale e sociale di cui ogni essere umano dovrebbe essere protagonista. Crescere significa cambiare, divenire artefici del cambiamento attraverso la consapevolezza del potere creativo che ogni essere umano possiede, nella determinazione del proprio destino, individuale e collettivo.

In un momento storico in cui la spinta all’omologazione tende a reprimere la diversità a vantaggio di logiche pervasive e generalizzanti come il libero mercato e le dinamiche speculative che riducono l’arte, se non la vita, ad un mero prodotto di consumo, l’artista diventa artefice del cambiamento attraverso la propria visione e le proprie creazioni. L’arte diventa strumento di questa trasformazione, esempio di autenticità, energia stimolatrice della società, apportatrice di stimoli e spunti per innescare processi di riflessione e crescita, per gettare le basi per un futuro diverso e migliore.

La mostra “The Change” è una tappa di un percorso iniziato dieci anni fa da un collettivo di artisti in continua trasformazione, piattaforma di interazione, movimento di espressione, spazio di produzione e motore di esposizioni itineranti: sono queste le molteplici facce di un progetto in cui si incontrano anime eterogenee, differentemente impegnate in un percorso di cambiamento della propria realtà sociale e culturale.

Oltre 40 artisti provenienti da diversi paesi del mondo, che useranno linguaggi e forme differenti per esprimere la propria autenticità, proponendo la propria esperienza di vita e la propria visione del mondo.

PAN

CALENDARIO, LIVE PERFORMANCE

Giov. 24 Novembre, ore 19.30 – 23.30 Inaugurazione
Live painting collettivo

Clauditis vs Recensere

Performance a cura di Piera Saladino, con Lia Gusein Zade e Viviana Ulisse

Sweet Thorn

Performance a cura di Matlakas

Ven. 25 Novembre, ore 14.30

Percussioni riciclate

Workshop a cura di Francesco Navach

I bambini disegnano la visione futura del compostaggio urbano Workshop a cura di Gabriele Fiocco

Raul Muñoz Casassola | Live Painting

Marco Ferraris, La Isla | Video Art

Sab. 26 Novembre, ore 14.30

Percussioni riciclate

Workshop a cura di Francesco Navach

I bambini disegnano la visione futura del compostaggio urbano Workshop a cura di Gabriele Fiocco

An Wei | Live Painting

Dom. 27 Novembre, ore 15.00

Matlakas | Live Painting

Sab. 3 Dicembre, ore 17.30

João Rapozo | Live painting

Giov. 8 Dicembre, ore 16.00

Yuniel Delgado Castillo | Live painting

Secret Blackness of Milk

Performance a cura di Antoni Karwowski

In quarta persona

Presentazione progetto
a cura di Martin Errichiello e Filippo Menichetti

Sab. 10 Dicembre , ore 16.00 Chiusura

Jormay Gonzalez Monduy
e Yuniel Delgado Castillo | Live painting

Dance your age | Workshop a cura di Anna Redi

Catarsi

Presentazione video
a cura di Piera Saladino ed Alessandra Franco

WORKSHOP

25 e 26 NOVEMBRE

Percussioni riciclate, Francesco Navach

25 e 26 NOVEMBRE

I bambini disegnano la visione futura del compostaggio urbano, Gabriele Fiocco

oltre 40 artisti da tutto il mondo

PITTURA / DISEGNO / ILLUSTRAZIONE

An Wei Lu Li, Cina
Gim Gwang Cheol, Korea
Yuniel Delgado Castillo, Cuba
Jormay Gonzalez Monduy, Cuba
Carlos Aristides, Cuba
Esther Barrios Pérez, Cuba
Danco Robert, Cuba
Yuniel D. Casal, Cuba
Ulises Bernal, Messico
Raul Muñoz Casassola, España
Aida Mirò, Spagna
Rapozo, Portogallo
Matlakas, Italia
Giovanni Anastasia, Italia
Lance, Italia
Davide Arpaia, Italia
Simona Marziani, Italia
Alvvino, Italia
Adrian Diaz Tabarez primo premio del concorso The Change in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti “San Alejandro”, La Havana, Cuba

SCULTURA / INSTALLAZIONI

Marian Valdes, Cuba
Daimely Lorenzo Nuñez, Cuba
Arturo Alarcòn, Spagna
Orodè Deoro, Italia
Daniele Rosselli, Italia
Gabriele Fiocco, Italia
Dario Agrimi, Italia
Gigi Secli, Italia
Mario Pagliaro, Italia

FOTOGRAFIA

Thomas Cristofoletti, Italia
David de la Cruz, Spagna
Andrea de Franciscis, Italia
Pasquale Autiero, Italia
Marco Ferraris, Italia
Paolo Ciregia, Italia
Stefano Meluni, Italia
Filippo Menichetti, Italia
Gaetano Panariello, Italia
Martin Errichiello, Italia

AUDIO/VISUAL

Francesco Navach, Italia
Pierpaolo Salvi, Italia
Alessandra Franco, Italia

PERFORMANCE

Lia Giusein Zade, Russia
Antoni Karwowski, Polonia
Piera Saladino, Italia
Anna Redi, Italia
Viviana Ulisse, Italia
Valentino De Petro, Italia

Il potere creativo di ogni essere umano determina il proprio destino, individuale e collettivo

PALOMART FESTIVAL

10° ANNIVERSARIO

LAGO PATRIA – LUGLIO 2016 | Arrivato alla sua decima edizione il festival si conferma uno straripante catalizzatore di arte e di connessioni. Vi partecipano oltre 50 artisti da tutto il mondo in un evento di tre notti e tre giorni all’insegna della pura sperimentazione e della più spontanea condivisione che innescano un turbine di energie che daranno vita a delle nuove connessioni che si propagheranno esponenzialmente, all’infinito.

MUNDO LATINO

MOSTRA A PALAZZO SAN TEODORO

NAPOLI – 2015 | Jormay Gonzalez Monduy e Dennys Santos Diaz approdano in Europa dalla lontana Cuba durante un soggiorno di 3 mesi, tra febbraio e maggio 2015, per rendersi protagonisti di una copiosa produzione di opere d’arte e dare vita alla realizzazione di una mostra itinerante in tre tappe: partita da Ibiza, per transitare a Barcellona, ed infine approdare a Napoli in Via Riviera di Chiaia nello splendido Palazzo San Teodoro, riscuotendo ovunque un enorme successo. Insieme a loro, in mostra, diversi artisti del collettivo PalomArt: Giovanni Anastasia, Jose Carlos Bellantuono (Brasile), Francisco Lance, Francesco Navach, Manuela Montella e Pierpaolo Salvi oltre a Adrian Diaz Tabarez ed Alejandro Peña, i due vincitori del concorso indetto dal PalomArt e rivolto ai 150 giovanissimi alunni tra i 16 ed i 19 anni dell’Accademia di Belle Arti di Cuba.